06 maggio, 2007

Lo Zed

Un giovane ed intelligente lettore mi ha chiesto di dedicare qualche rigo allo Zed (o Djed o Ged), la torre del dio Osiride nascosta all’interno della piramide, cosiddetta di Cheope (o Kufu). Premetto che non ho avuto, purtroppo, né il tempo né l’occasione di approfondire tale intrigante tema: perciò mi limito a riportare le notizie da me raccolte sullo Zed e che mi sono parse più attendibili, senza addentrarmi in interpretazioni che richiederebbero uno studio lungo e diligente del tema.

Tale pilastro è un simbolo assai ricorrente nella religione egiziana al pari, per esempio del segno ankh o croce della vita (l’emblema dell’unione tra principio maschile e principio femminile? Un glifo dal significato astronomico collegato ai cicli precessionali?). Secondo l’archeologia ufficiale, lo Zed potrebbe essere un sostegno attorno al quale sono stati legati fasci di grano (sic), oppure una spina dorsale umana o ancora un tronco di albero di cedro con i piani dei rami stilizzati. Nell’Antico Regno (2.700-2.195 a.C. circa) lo Zed era associato al dio di Menfi, Ptah. Durante il Nuovo Regno (1.543-1.069 a.C.) il pilastro divenne il simbolo del dio Osiride, la sua spina dorsale solida ed integra. Nei sarcofagi di questo periodo, lo Zed è spesso raffigurato con arti superiori ed inferiori, mentre regge simboli di potere come il pastorale ed il flagello. Una cerimonia molto importante, compiuta ogni trent’anni, durante i rituali del giubileo regale, consisteva nell’erezione dello Zed.

Fu l’archeologo e semitista Mario Pincherle a scoprire che, nella piramide di Cheope, è racchiuso lo Zed, la sacra torre separata per mezzo di un’intercapedine dal vertice della costruzione. Secondo Pincherle, lo Zed è immagine dell’Albero della vita e dell’eternità. I cinque piani dello Zed adombrerebbero le epoche della storia umana. Anche secondo i Maya, le epoche della storia, definite soli, sono cinque: la quinta è ormai prossima ed il calendario Maya indica nel 21 o 23 dicembre 2012, lo spartiacque temporale, tra la quarta età e la quinta, scaturigine di un rinnovamento cosmico e vibrazionale, dopo una fase molto critica. A proposito delle idee di Pincherle, osserva Pier Giorgio Lepori che lo Zed: “Sarebbe la torre che governa lo spazio ed il tempo e fu collocato all'interno della piramide di Kufu per essere inserito in un complesso architettonico realizzato con un preciso scopo: trovarsi al punto giusto nell'istante in cui l'universo si conformerà in un'immensa congiunzione astrale in grado di dilatare lo spazio-tempo visto sotto un profilo relativistico e svelare la funzione ultima dello Zed. È quindi una "macchina del tempo" dal fine escatologico”.

Bisogna ricordare che, stando ad alcuni studiosi, in origine questo misterioso manufatto si trovava nella terra di Sumer e sarebbe stato costruito dagli Annunaki (?) per indicare i cicli temporali (shar) di 3.600 anni (Vedi Nibiru tra verità e disinformazione). Due aspetti sono significativi: le varie colonne di Osiride hanno da un minimo di tre ad un massimo di cinque mensole; sembra che un cenno al pilastro del dio egizio sia contenuto all’interno del Libro di Enoch. Infatti Enoch predice: "Verrà il giorno in cui la torre renderà ciò che le è stato affidato, la piramide salterà come un ariete e allora terminerà la triste età del ferro".

Speriamo che veramente l’età del ferro sia prossima alla fine... e pure quella dell'alluminio.

Fonti:

Grande enciclopedia dell’antico Egitto, a cura di Edda Bresciani, Novara, 2005
P. G. Lepori, La grande piramide e lo Zed, 2005
M. Pincherle, Il Gesù proibito 2000 anni di paganesimo cristiano, Diegaro di Cesena, 1997
Zret, Il 2012 secondo i Maya e secondo i cosmologi, 2007

6 commenti:

  1. Lo zed fu trasportato in Egitto dalla Mesopotamia,collocato sulla piramide a gradoni di Zoser e poi trasferito nella valle di Giza e coperto dalla piramide di Keope.
    Ho letto tanto sullo zed, secondo me è un'antenna cosmica, preziosa,è stata conservata e preservata in modo da resistere per chissà quanti milleni ancora!
    non può essere solo una testmonianza del passato!
    a qualcuno servirà... al momento giusto...
    Angela
    P.S.
    chiedo scusa per i due post inseriti nel precedente articolo,ho avuto problemi con l'avvio......

    RispondiElimina
  2. Ciao Angelotta, può darsi che lo Zed sia un'antenna cosmica, come dici tu, o uno stargate. Bisognerebbe individuare la configurazione astrale del 2012: potrebbe riservare delle sorprese. Ciao!

    RispondiElimina
  3. Esistono effemeridi astrologiche in quantità sia cartacee che nel ciberspazio. Fra queste ultime ve ne sono di fantastiche e da esse uno può desumere tutte le configurazioni astrali ovvero astrologiche che gli servono.
    Sullo Zed mi piacerebbe postare brevemente qualcosa domani.
    Vedremo.
    Salve a tutti.

    RispondiElimina
  4. Paolo, attendiamo la tua dotta dissertazione sullo Zed. Ciao

    RispondiElimina
  5. Aspetto anch'io la dissertazione di Paolo in quanto non sapevo dell'esistenza dello Zed. Intanto, auguro a tutti un buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  6. Ciao Red Cloud, buon inizio di settimana anche a te ed a tutti i lettori.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...