15 febbraio, 2016

La teoria del Big bang è errata?



La teoria del Big bang potrebbe essere errata? Sono molti gli scienziati a sostenerlo e ad essersi impegnati nella confutazione di tale sistema, per evidenziarne paradossi ed incongruenze, ma, come nel caso del Darwinismo, idolatrato come verità assoluta, la comunità accademica, per conformismo o per convenienza, ha abbracciato il modello interpretativo del Big bang e non è disposta ad abbandonarlo per nessuna ragione. E’ uno di quei casi in cui la scienza si degrada ad ideologia, a struttura di potere.

A sostegno di questa concezione, si chiamano in causa alcuni fenomeni quali lo spostamento verso il rosso (red shifting) e la radiazione di fondo: il primo dimostrerebbe che le galassie si allontanano tra loro. Tra l’altro tale allontanamento avverrebbe a sempre maggiore velocità, in contrasto con il secondo principio della termodinamica. Per giustificare l’accelerazione, si è postulata l’energia oscura, la cui misteriosa azione sarebbe in grado di vincere la gravità esercitata dai corpi celesti. Insomma, quando la formella non s’incastra nello spazio ad essa corrispondente, la si spezza di modo che vi entri.

Un argomento contro la teoria in esame risiede senza dubbio nella difficoltà a spiegare come una conflagrazione iniziale, che è una circostanza violenta, possa aver generato un universo armonioso: d’altronde la parola “cosmo”, sinonimo di “universo”, significa proprio “ordine”. E’ come se, facendo brillare un esplosivo all’interno di un’abitazione, si ottenesse una magnifica villa, invece che un cumulo di macerie.

Lo spostamento verso il rosso e la radiazione di fondo, fenomeni reputati atti ad avvalorare la teoria in oggetto, possono essere motivati, senza ricorrere all’ipotesi di un universo che, prodotto da un’ekpyrosis primigenia, è subito avviato ad espandersi ad un ritmo sempre più rapido. E’ quest’ultima la teoria dell’inflazione.

Last but not least, il modello cosmologico del Big bang fu elaborato da Georges Lemaître, sacerdote belga di formazione gesuita… I Gesuiti ed i loro accoliti non sono proprio garanzia di attendibilità.

Articolo correlato: E' italiana la smentita del Big bang

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati

APOCALISSI ALIENE: il libro

5 commenti:

  1. Pian piano stanno crollando tutti i paradigmi dello scientismo moderno. L'uomo non deriva dalle scimmie ed il Big Bang non è mai esistito. La fisica di regime tenta in ogni modo di avvalorare se stessa (ultima la dichiarazione sulla conferma dell'esistenza delle dubbie onde gravitazionali) ma il 'castello' sta crollando ... sui gesuiti poi, abbiamo cercato i 'men in black' negli Usa quando invece erano sotto i nostri occhi! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che in una scala di credibilità da 0 a 10, il Darwinismo e la Teoria del Big bang si attestano sullo 0.

      Circa le strombazzate onde gravitazionali, ho l'impressione che siamo al cospetto di una fandonia.

      Ciao

      Elimina
    2. Stiamo assistendo in contemporanea al collasso ambientale ed a quello dei dogmi scientisti. Sia quella del cosiddetto 'bosone di Higgs' che quella delle onde gravitazionali sono state due ricerche che hanno avuto un eco propagandistico esagerato. Ambedue sarebbero state conferme definitive della fisica novecentesca se non fosse che su di loro si sono posati pesantemente i dubbi non solo dei soliti complottisti ma di una parte (la migliore) della fisica mondiale. La Matrix scientista sta definitivamente crollando. Ora occorre prestare attenzione ai nuovi paradigmi che tenteranno di imporci. Ciao

      Elimina
    3. Queste pompose e reboanti rivelazioni hanno due scopi: imporre una visione distorta del mondo ed attirare finanziamenti per progetti militari.

      Sì, occorre sempre vigilare.

      Ciao

      Elimina
  2. http://phys.org/news/2014-09-black-holes.html

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...