05 ottobre, 2007

Libertà

Per via della nostra mente duale, siamo spinti a distinguere le persone in pessimiste ed ottimiste. Pessimismo ed ottimismo sono parole vuote, prive di senso: purtroppo esegeti frettolosi e superficiali le hanno trasformate in categorie letterarie. A causa dell'improvvida lettura dell'opera leopardiana, che si deve a Carducci, siamo costretti a leggere espressioni assurde come "pessimismo storico", "pessimismo cosmico". Non saranno la storia ed il cosmo ad essere, specialmente la prima, due pessime realtà e non pessimisti coloro che ne constatano la vera natura?

In ogni caso, è fortissima e radicata la tendenza delle persone ad etichettare: questo avviene soprattutto quando ci si trova di fronte ad uomini che sfuggono ad ogni catalogazione, ad ogni tentativo di inquadrarli in uno schema. Interista o milanista, di sinistra o di destra, antistatunitense o filostatunitense, ateo o credente... Molti non possono concepire che qualcuno possa essere in cerca di Dio, quindi né ateo né credente. Quanti hanno capito che l'ossimoro, la contraddizione sono l'essenza stessa del reale, che, in quanto esiste, viola il principio aristotelico del terzo escluso? Tale principio logico è inadatto a render conto dell'essere che è, sebbene non dovrebbe essere, di molte esperienze interiori in cui sentimenti contrastanti possono coesistere e fondersi, del comportamento non-locale di alcune particelle.

La dicotomia ottimismo-pessimismo è parallela spesso ad un altro dualismo che oppone la libertà al destino. Si afferma, infatti, che i fatalisti pensano agli e-venti come ad un quid immodificabile, ineluttabile, mentre i fautori della libertà credono di poter incidere sugli avvenimenti, addirittura di poterli creare. L'oltreuomo di Nietzsche è la confutazione di tale semplicistica antitesi.

Qualche tempo fa lessi che, con la forza del pensiero, è possibile dissolvere una nuvola. Premesso che sarebbe preferibile sciogliere le scie chimiche e concentrarsi per formare nubi cariche di rinfrescanti piogge, mi pare che affermazioni del genere mirino a rafforzare solo l'egocentrismo e l'hybris dell'uomo. Non escluderei che il pensiero e la volontà possano operare miracoli, ma solo nella misura in cui gli uomini riescono ad assorbire un'energia superiore, ad aprire canali quasi sempre ostruiti per lasciarsi inondare dall’Energia che può così fluire in noi.

E' la Coscienza universale che crea; noi, semmai, siamo monadi che proiettano una piccolissima parte dell'immagine generata dall'Essere. In altre parole, la Coscienza è la scheda-video, noi siamo i pixel. L'io non è Dio: può per qualche istante ed in rare occasioni scoprire in sé una scintilla divina che, appunto, non è umana, anche se non so in quanti individui della specie homo sapiens sapiens balugini tale favilla. In caso contrario, si rischia di dar credito a tutto quel ciarpame New age incentrato sui prodigi fai-da-te, su stolte affermazioni per cui se qualcosa, nella vita o nel mondo non va per il verso giusto, la colpa è tua, perché non sei stato positivo. In parte ciò è vero, nel senso che valorizzare gli aspetti difficili e dolorosi dell'esistenza può aiutare a crescere, a maturare una visione più articolata e profonda; inoltre un atteggiamento disfattista e rinunciatario sembra attrarre situazioni deleterie, ma non addossiamo le responsabilità di tutti gli accadimenti a noi stessi. Abbiamo forse deciso noi di nascere? Abbiamo stabilito noi dove e come? Abbiamo scelto genitori, fratelli, amici? Abbiamo costruito noi il nostro DNA? Siamo sempre e comunque responsabili di quel che accade? Non esistono mille fattori imponderabili ed indipendenti dalla nostra volizione?

In fondo la libertà più grande, forse l'unica concessaci, è quella interiore di chi non si piega ai compromessi, all'ipocrisia ed alla malvagità. Mi sembra perciò appropriata una riflessione ricevuta dal medium Roberto Setti: "Se anche il vostro operare altruistico non raggiungerà lo scopo prefissato, voi, operando, vi porrete dalla parte giusta. Questo vi pare poco o inutile?" (Roberto Setti-Cerchio Firenze 77)

51 commenti:

  1. Carissimo Zret,

    il tuo articolo tocca argomenti a cui un commento non basta.. ci vuole un'enciclopedia.

    Vero che le persone etichettano gli altri senza conoscere davvero cosa c'è dentro il cuore di un'uomo. E' vero anche che non sanno più distinguere il bene vero dal male vero.

    Ma purtroppo è 'naturale'.. ognuno ha una sua personale Matrix che lo difende dai "VIRUS".. i pessimisti!

    Quando un uomo dice o fà qualcosa che mette in risalto le imperfezioni del sistema esso è un pessimista.

    L'ottimista invece è colui che si rade con la gillette a 5 lame, gira in giacca e cravatta, ha il SUV, si profuma con essenze magiche e costose, non deve chiedere mai niente alle donne.. (ci pensano loro), ha l'abbonamento con sky, ha l'adsl che gli fà anche il caffè, è sempre puntuale e fresco, al lavoro il capo gli fà sempre complimenti, la famiglia lo ama come un dio, e... sorride sempre.. sempre.. sempre..

    POI CHE NON SI INTERESSI MAI VERAMENTE DEGLI ALTRI.. che gli cammini sopra per la propria carriera, che non si fermi quando lo investe (tanto per fare un esempio brutale), che sia sempre impegnato quando qualcuno gli chiede un aiuto o che se ne freghi altamente del male che uccide milioni di persone nel mondo... non fà niente.. lui è un ottimista sorridente e tutti lo amano.

    Il povero disgraziato pessimista invece lavora durmanete senza mai ricevere un complimento, si rade ancora con la monolama da 10 cent, ha un'auto usata euro 2, si profuma solo con la saponetta, alle donne deve 'sempre' chiedere, non qrriva sempre puntuale, ha una vecchia linea dial-up e sorride poco.

    Ma se poi si dedica ad aiutare altri materialmente e spiritualmente, se è sempre pronto a tendere la mano a chi è nel bisogno, se si becca i vaffa da coloro che informa sulla realtà del sistema, se si ferma a raccogliere le persone ferite in strada prendendosi anche problemi legali, se spende tutto quello che ha di tempo libero e danari per informare e insegnare la verità, se rinuncia a se stesso pur di far felice qualcuno, ecco questo è un pessimista.

    Se poi la notte stanco e affranto si guarda allo specchio.. allora un piccolissimo sorriso appare sulle sue labbra.

    Ma c'è pià felicità nel DARE che nel RICEVERE.. e anche se sorride poco non è affatto pessimista è solo un semplice REALISTA, concreto e sempre pronto ad essere utile al prossimo.

    Dov'è l'ottimimista che ride sempre quando infuria la tempesta?

    Sii forte Zret e siate forti tutti, il semplice sorriso dei nostri cuori è il contorno delle verità che disturbano la Matrix.
    La verità fa male solo a chi vuole rimanere nella sua personale matrice e non a coloro che ne escono.

    Ma oltre le parole, le opere valgono molto più di mille sorrisi ottimisti quanto tutto intorno a te c'è devastazione e dolore.

    TUTTO E' LECITO.. MA NON TUTTO E' VERAMENTE UTILE ALLA VITA..!!

    Un caro abbraccio a tutti.

    #B O J S*

    RispondiElimina
  2. ahio! che argomento!!!

    mi si può etichettare?...
    Angela è così e così...invece NO!
    perchè Angela è anche cosà!
    specie se uso la libertà di essere me stessa!
    non mi si può etichettare,nessuno dovrebbe permettersi di farlo con nessuno!perchè si cambia continuamente,almeno io...
    LIBERTA'...appunto di essere se stessi CAMBIANDO!è la più bella possibilità offerta all'uomo pensante!
    ciao Zret!
    angelotta

    RispondiElimina
  3. Analisi sociologica molto calzante quella di Bojs, dove ottimismo consuona con superficialit� ed ebetudine. L'ottimista � inoltre il primo a rimanere scottato, non appena...

    S� Angelotta dobbiamo essere liberi anche di contraddirci. Al macero la forma pirandelliana!

    Ciao a tutti e grazie!

    RispondiElimina
  4. Credo ci sia anche l' uomo ricco sfondato che si rimbocca le maniche quando cè da sporcarsi per qualcosa che non gli porta niente in tasca.

    Cè l' uomo 'povero' che è arrabiato perchè non riesce a sfamare la famiglia e pensa 'ma c'ho gia tanti problemi per i c**i miei.. ma chi me lo fa fare'

    Come dice angelotta non è giusto etichettare le persone, ognuno sa per conto suo quello che ha nel cuore. Sa se in quel momento è felice di dare e sa se in quel momento è felice di ricevere.

    Il mondo è bello perchè è vario, ed è ancora più bello perchè decido IO come comportarmi, non devo dimostrare niente a nessuno e se sto in pace con me stesso nessuno può contestarmi niente.

    Credo angelotta intendesse questo. Se è così mi trova pienamente d' accordo ;)

    Un abbraccio a bojs e zret.

    RispondiElimina
  5. Mi viene in mente il quadro di Munch "L'urlo"... Zret hai beccato il centro(secondo me), un pò di spirito ribelle che risiede in te sembra si stia risvegliando.. Meglio una realtà cruda che una bella illusione.. Finchè ci siamo niente e perduto!!

    Buon proseguimento di serata!;)

    RispondiElimina
  6. Chi tende a etichettare,si etichetta lui per primo.L'AMORE per la vita e per gli altri e' OVUNQUE...
    Un saluto a tutti!

    RispondiElimina
  7. ciao Donnie...
    sapessi quanto fastidio mi danno le etichette!parlo di quelle vere!sai quelle appiccicate dietro al girogola delle magliette....
    danno un fastidio tremendo!
    pizzicano,pungono,fanno il solletico...la cosa migliore?...tirarle via alla svelta!
    quelle metaforiche poi che diventano?...o sono?...il marchio di fabbrica?...
    Angela è buona! e se divento o scelgo di essere cattiva?mi si cambia il marchio? e se torno di nuovo alla bontà?...
    o una volta ricevuto me lo devo tenere? e perchè?
    perciò asteniamoci...ma non è sempre facile!
    Ci si sono persone che proprio se le cercano!!!!belle o brutte non importa...malate di protagonismo,qualunque cosa va bene!
    ciao e grazie!
    angelotta

    RispondiElimina
  8. Per non avere etichette, bisogna imitare Odisseo quando dichiarò di chiamarsi Nessuno: solo nella negazione si può trovare un'affermazione.
    La libertà è una bugia probabilmente, come pensava Nietszche, una bugia vitale.

    Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. LA LIBERTA'..

    La Libertà forse non esiste.. Visto le condizioni che fanno capo alla nostra esistenza..

    Ma se esiste, esiste nascosta nelle piccole cose..
    A volte si può godere momenti di Libertà incastonati in una vita di limitazioni.. E apprezzarne il senso proprio per questo..

    ..Mezz'ora di libertà dagli impegni di lavoro, a causa di uno spazio venuto a crearsi per un appuntamento saltato..
    L'occasione di poter esprimere i propri pensieri su di un Blog, che diversamente sarebbero rimasti prigionieri della nostra mente..
    Uscita forzata per coda in autostrada, con relativo salto di tutto il programma e giornata di sole fantastica in Campagna...

    Ma cos'è in fondo la Libertà? Deve essere per forza una cosa che ha a che fare con l'Eroismo..? E' una cosa da conquistare con il digiuno..?
    E' veramente necessario"combattere" per la libertà..? O forse sentirsi liberi è uno stato dell'anima..?

    Forse, libertà, è una parola che non sappiamo cosa veramente sia, avendone confuso troppo spesso il vero significato come contrario della parola "Prigionia"..

    Libertà infine è anche poter acquistare un capo di abbigliamento, senza badare all'Etichetta... Acquistandolo cioè perchè semplicemente ci piace..
    Ma questo è un esercizio che resta difficile ai più, sia per quanto riguarda i capi di abbigliamento che per le Persone.. Difficile perchè bisogna sgombrare la mente dai pre-giudizi..

    Giudizi, che nel rispetto della libertà invece, dovremmo sospendere..

    RispondiElimina
  12. Per Mercy75, io ho scoperto la porta, anzi l'ha scoperta Massimo Corbucci e ne parla anche Giuliana Conforto.

    Corbucci ha scoperto il VUOTO QUANTO MECCANICO, delle caselle nere, un pozzo senza fondo da dove gli ATOMI prendono la massa.

    Noi con i nostri Atomi siamo collegati a questo vuoto, che in realtà è il Tutto ed abbraccia Tutto.

    Prima cosa adesso è averne CONSAPEVOLEZZA.
    Come spesso è stato detto: TUTTO E' DENTRO DI NOI!
    Evitate di cercare porte esterne a voi.

    Se apriAMO( non ho scritto apriamo con le ultime tre lettere in maiuscolo che mostra la parola amo per caso, infatti PER APRIRE LE PORTE DOBBIAMO AMARE) noi stessi tutto è aperto, perchè NOI SIAMO TUTTO COLLEGATO CON TUTTO.

    Alcuni pensano che il corpo sia di ostacolo, beh mai cosa è stata piu errata.
    Il corpo è collegato con tramie gli atomi con il tutto.

    Mercy, la vera guarigione e senza l'ausilio di cose esterne, le altre cose sono solo palliativi.
    E cmq prova L'ARGENTO COLLIDALE.

    Se ci colleghiamo con questo pozzo( SIAMO GIA' COLLEGATI DOBBIAMO SOLO AVERNE COSCIENZA) nero delle infinite possibilità, non puo esistere malattia=disarmonia.

    Col Tai chi dovresti gia guarire qualsiai cosa, se non è cosi, beh allora ci sono delle disarmonie in te, e dovresti fare meglio il Tai Chi e fare LA RICAPITOLAZIONE TOLTECA, come insegna Castaneda, ed è una cosa che consiglio a tutti.

    Abbiamo dei BUCHI NEL NOSTRO CAMPO ENERGETICO di cose non risolte nella nostra vita, soprattutto nella nostra infanzia, e questi buchi consumano energia, tra l'altro la cosa peggiora con queste interferenza elettromagnetiche e chimicha casusate appunto dalle scie chimiche.

    Suggerisco di fare la RICAPITOLAZIONE TUTTE LE SERE A FINE GIORNATA per le cose del giorno e quella generale per tutte le cose degli anni precedenti.

    Imparate e praticate EFT, PEAT.

    COL PEAT, si trovano i codici primordiali di ognuno di noi, la dualità che scegliamo per entare in questo mondo-dimensione, e si portandole nuovamente all'unità.

    IL PROBLEMA NON E' USCIRE DA QUI', MA ESSERE IN QUESTO MONDO MA NON ESSERE DI QUESTO MONDO.

    Evitiamo di cercare quello che abbiamo già, la libertà.

    POSSONO TOGLIERCI TUTTE LE LIBERTA' UMANE, TRANNE UNA: QUELLA DI SENTIRCI COME VOGLIAMO

    ecco perchè ultimamente stanno attaccando questa nostra ultima libertà, con le onde elettromagnetiche, sciE chimiche o altro, ms, come ogni cosa, TUTTO DIPENDE DALL'OSSERVATORE.

    SE PENSIAMO, COME FACCIO IO, CHE OGNI COSA CHE ACCADE E ' SEMPRE PER IL NOSTRO BENE, allora possiamo sfruttare questo fatto, alzando talmente tanto la nostra consapevolezza in quello che io chiamo GIOCO D'AMORE:

    PIU' LORO IVENTANTO TRUCCHI PER TOGLIERCI QUESTA ULTIMA E VERA NOSTRA LIBERTA', PIU NOI DOBBIAMO ALZARE LA NOSTRA CONSAPEVOLEZZA E LA NOSTRA ENERGIA-FREQUENZA AMANDO DI PIU.

    IN REALTA' PENSO CHE DOBBIAMO ARRIVARE ALLA NON-FREQUENZA, da dove partono tutte le frequenze.

    I BATTERI CI ATTACCANO PERCHE' NOI VIBRIAMO AL LORO LIVELLO, pertanto toglierli con una macchina e poi restare sempre al loro livello, non ci fa per niente progredire.

    Invece questo deve essere un segnale per capire a che livello vibriamo.

    Zret, hai scritto che le cose Corbucci non le avevi capite tanto, adesso spero che con questo mio post, lo leggerai piu attentamente.

    Liberos

    RispondiElimina
  13. liberos ai centrato il punto secondo me,scusa forse mi sono perso qualcosa nel tuo commento ma cosa sono EFTePEAT?

    RispondiElimina
  14. bellissimo articolo zret.
    è proprio vero che piu nessuno sappia distinquere il male vero dal bene vero,forse l'ho anche scritto.
    quando si ama solamente,"tutti"si è al di là del pessimismo e dell'ottimismo,c'è proprio bisogno di equilibrio!!

    grazie a tutti,con amore a tutti i me stesso.

    RispondiElimina
  15. Per spirito noma,
    EFT è la sigla di Emotional Freedom Techniques ovvero Tecniche di Libertà Emozionale.
    In pochi minuti è possibile correggere fobie, traumi, ma va usata anche per malattie.
    E' una specie di agopuntura senza aghi e che si puo fare da se.
    http://www.eft-italia.it/

    PEAT deriva dal EFT, si differisce perchè riesce a trovare I CODICI PRIMORDIALI,cioè venedo dall'uno ci scegliamo dei codici primari duali per interagire in questo mondo, sapendo quali sono questi codici, a volte piu coppie, si fondono insieme nell'unità.
    Capire quali sono questi codici ci fa capire come mai nella nostra vita ci sono capitate determinate cose, ecc.

    RispondiElimina
  16. Ciao Liberos, penso che nessun post si possa adattare di più al Tuo nome che quest'ultimo di Zret..

    (premetto che leggerò meglio il Tuo interessantissimo commento e approndirò su Corbucci, la Conforto dice cose interessanti..)

    ..Per la Ricapitolazione Tolteca penso serva una vita.. Così come per riparare i nostri buchi energetici.. La nostra Integrità, parlo di me per lo meno, è in parte quasi ( uso il "quasi" perchè vi è la speranza che qualcosa al di fuori di noi lavori per riparare il danno originario..) totalmente compromessa..E per passare indenni dal "becco dell'Aquila" bisogna essere Integri e Consapevoli.. Bisogna aver vissuto da veri Guerrieri..

    Purtroppo, parlo sempre di me, noi ci muoviamo nel relativo e ci muoviamo e relazioniamo in questo mondo, in questa realtà, in una visione che abbiamo del mondo, in un sogno( incubo..) individuale prima e collettivo poi, è nostro compito primario di fare crollare tutto ciò.. Per noi in primis e così da non portare questo inutile e limitante ciarpame in eredità ai posteri in eterno..

    Oggi però le nostre armi (dimenticate..) sono meno appuntite che al tempo degli Sciamani, mentre quelle dei Tiranitos sono sempre più potenti..

    Se vogliamo mantenere la nostra discussione nell'ambito degli Sciamani.. Penso oggi vada ricostruito un ponte che dal passato porta al futuro ( sempre che esistano oltre la metafora..).. E ri-partire da un nuovo Lignaggio..

    ps. conscio di non essere stato esaustivo, per l'ampiezza del tema di discussione, ci "sentiamo" (spero..) più indietro nel futuro..

    pps: consiglierei la lettura di un Tolteco arrivato nei giorni nostri: Don Miguel Ruitz".. In particolare il suo semplice e per certi versi illuminante"I Quattro Accordi"..

    In La'Kech, Fratelli..

    RispondiElimina
  17. libertà..

    viviamo in un epoca in cui disponiamo di un artefatto tecnologico che ci permette di dialogare e acquisire conoscenza con quasi ogni abitante del pianeta!

    Sfruttiamola a più non possso, presto o tardi questa risorsa non sarà più disponibile!

    un saluto

    RispondiElimina
  18. LIBEROS so quello che dici, lo faccio spesso quando VOLO...o quando vado su akasha ( sti furbi mi han fatto lavorare come una nera, riordinare tutti i libri e rispolverare tutto!) ma io mi riferivo a un'altra porta...del mio mondo...una specie di stargate che mi porta dritta al mio pianeta di origine...che tra l'altro oggi ho sognato...so che passare di dimensione si puo, difatti lo fanno sciamani e lo facciamo anche noi nei sogni...ma fare come dice la conforto significa rimanere in parte qui...in parte collegati qui...usando solo i buchi quantici delle nostre cellule...io invece voglio scollegarmi qui x sempre!ah oggi ho sognato avalon! (agarthi...) sto iniziando a ricordare...è nel mare! è in mezzo al mare! e i grigi ( o rettili x me sono la stessa cosa) hanno paura dell'acqua xke loro sono fatti di fuoco! ah il mare...arrivooooooooo che poi è un mare particolare che respiri dentro! dio che bello io amo l'acqua io amo il mare! ciao cari, bacini bacini

    RispondiElimina
  19. liberos il tai chi agisce sull'energia no sui batteri che mi danno l'artrite! lo zapper a questo serve a eliminare batteri nocivi e sostanze chimiche!il tai chi solo allinea le linee energetiche del corpo...ma la cura parte prima dal corpo materiale poi nell'energia!

    RispondiElimina
  20. liberos corbucci nn sa una cosa pero: la materia, ovvero il mondo organico dove viviamo è stato creato dai cattivi voluttamente x incastrarci qui, ovvio che in parte siamo collegati col fuori, ma noi dobbiamo fare il procedimento inverso, ovvero ritrasformare la nostra materia e cosi finalmente divenire eterni e poter stare di la...c'è una sola dimensione organica, la nostra matrix...di la dobbiamo andare trasformando il corpo...collegarsi di la semplicemente nn serve a nulla xke resti qui...devi trasformarti, trasformare l'organico in organico...la materia in spirito, la forza elettroforte in elettrodebole...il vuoto di corbucci nn è un vuoto è semplicemente LA REALTA CHE CI è STATA OCCULTATA

    RispondiElimina
  21. liberos non non vibriamo al livello dei batteri, se conoscessi la clark lo sapresti, difatti lei col zapper si collega alla loro frequenza e li elimina! ma elimina solo chi vuole lei, ovvero una cosa mirata proprio xke conosce le frequenze di ogni batterio! x questo motivo quando guarisce le persone dal cancro, non vengono attaccate le cellule del corpo, ma solo il batterio che provoca il cancro!proprio xke VIBRA DIVERSO DA NOI

    RispondiElimina
  22. e dai zret...tu un pò pessimista lo sei...dici sempre: sono stanco...per quanto riguarda Roberto Setti-Cerchio Firenze 77, conosco il figlio di Roberto, è il mio migliore amico, ma non vuol capire che gli spiriti sono alieni che gli prendono in giro...

    RispondiElimina
  23. La riposta alle svariate domande che ti poni, Zret, alla fine della tua riflessione è invariabilmente
    'si'. Abbiamo accettato ante natum tutto il corredo che ci ritroviamo in questa vita. I geni invisibili ci hanno presentato dei
    'clchés' e noi li abbiamo accettati intuendo che l'unica strada per evolvere di qualche frazione di millimetro nella gerarchia dell'Essere consiste nel non sfuggire alla legge universale del sacrificio. E pertanto abbiamo accettato di rivestirci di un corpo di carne e di vivere in situazioni spesso dominate dall'incertezza e dalla precarietà.
    Le anime più neghittose ed ignoranti cercano invece di sfuggire alle prove che vengono loro proposte e così facendo ritardano di molto il progresso verso la Luce e la Conoscenza.
    Esse pure accetteranno di scendere su questa Terra ma sceglieranno di ritrovarsi in mezzo ad agi di ogni genere, potere e ricchezze.

    Le categorie del pessimismo e dell'ottimismo che introduci al'inizio del blog non hanno alcun valore se soppesate dal punto di vista della Dottrina Tradizionale. Un intelletto sano sarà sempre per forza di cose un pò pessimista nella misura in cui fatica o non riesce a svincolarsi dalle contingenze dal'esistenza in questo mondo ma al tempo stesso sarà sempre anche un pò ottimista in quanto confida nell'aiuto divino onde realizzare la propria reintegrazione nello stato primordiale.
    Tutto dipende da quale prospettiva uno si pone.Se il metro di misura è il modo di vedere e ragionare profano, il fallimento della sua esistenza è assicurato sin dall'inizio. Se invece l'individuo scorge od anche solamente intuisce al fondo del tunnel una qualche dimensione trascendente ed una forza anagogica ovvero traente verso l'Alto la sua ansia esistenziale ed il non-senso risulteranno di molto alleviati. La vera libertà consiste esclusivamente nel riconoscere tale dato di fatto.
    Quanto agli spiritisti ed alle loro logomachie frutto della cattiva digestione di cui soffrono meglio lasciar perdere. Tassativo poi l'affidare ai cassonetti delle immondizie le loro pubblicazioni.

    RispondiElimina
  24. mercy,sentirti oggi ed ascoltare la tua voce è stato per me come un'ondata di freschezza,la tua semplicita,la tua grinta è per me fonte di gioia ed amore "amo te".
    lo stesso quando parlo con voi al blog è come se fossimo in un'unica stanza posso sentivi vicino,toccarvi col cuore.

    un abbraccio a tutti i me stesso,con amore anto-az.

    ps:mercy.........a piu indietro ti chiamo domani.

    RispondiElimina
  25. anto...sai...è stato strano...è come se ti conoscessi già!
    ehi sul mio blog ho messo la mia foto glitterata!
    zret su con la vita, leggi la grande onda di pablo ayo... fai un unico link...

    http://digilander.libero.it/
    aliendream/onda.html

    fate anche voi questi sogni? io si...anche i videogiochi strani!

    RispondiElimina
  26. L'importante e rimanere il più possibile uomini liberi e non obbedire o seguire ciecamente qualsiasi tipo di ideologia...le ideologie sono dei programmi che imprigionano il libero pensiero...per il resto lottiamo contro tutto ciò che ci sembra ingiusto...come le scie

    RispondiElimina
  27. Credevo che gli indirizzi più recenti avessero abbandonato l'idea di vuoto per adottare quella un po' più plausibile di nulla. Forse, però, ci aggiriamo ancora attorno alla materia, per quanto "scorporata", a guisa di un elettrone che ruota attorno al nucleo, mentre lo spirito è qualcosa che manifesta una sua alterità, altrimenti dovremmo pensare a Dio come a qualcosa di materiale. Mi pare un'idea un po' strana, per lo meno.

    Paolo, forse l'abbiamo deciso noi, ma non ce lo ricordiamo. Contratti prenatali?

    Libertà? Quella di Catone.

    Ciao a tutti e grazie!

    RispondiElimina
  28. GRANDE ZRET!
    tutto è nel contratto prenatale!
    BUONA DOMENICA!
    angelotta

    RispondiElimina
  29. ....e GRANDE PAOLO!
    ...................................

    Noi umani possiamo usare la Libertà fin dove c'è concesso
    da altri umani e...dal nostro contratto...altrimenti è solo una pia illusione......
    angelotta

    RispondiElimina
  30. Non sappiamo di andare quando andiamo
    noi scherziamo nel chiudere la porta.
    Dietro, il destino mette il catenaccio e non entriamo più!

    COELHO ?

    ecco la nostra LIBERTA'!

    RispondiElimina
  31. Grande Angelotta, come tutti gli altri amici cui va il mio più sentito ringraziamento.

    RispondiElimina
  32. Consiglio di leggere questo testo:

    http://intermatrix.blogspot.com/2007/10/annunaki-tra-di-noi.html

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  33. La cosa che deve far più pensare è il perchè siamo in grado di avere accesso a tali notizie, con relative foto..

    http://www.freewebs.com/saalm/saalm_index.htm

    RispondiElimina
  34. nb/ps:Caro Zret Ti faccio notare come il Tuo riferimento al Link fosse il 33esimo..
    :))

    RispondiElimina
  35. Mr.r, per la Ricapitolazione, serve il tempo che vuoi tu.
    Fatta anche ogni sera per recuperare le energie perse del giorno, è importantissimo.
    Conosco ho studiato anche Don Miguel Ruitz.

    Mercy75, la guarigione prima parte dai corpi energetici e poi all'ultimo nel corpo fisico, la stessa cosa avviene quando ci si ammala, infatti chi ha la vista sottile puo vedere nel campo energetico umano la malattia mesi o anni prima che si manifesti.

    Il Vuoto o il Nulla come piace chiamarlo zret, fa parte di noi come noi facciamo parte e veniamo probabilmente da lui.

    Il Metodo Clark, si comporta come la medicina ufficiale, cerca di togliere l'effetto, in questo caso i batteri, e non la causa.

    Non ho detto che tutti noi vibriamo al livello dei batteri, anche se lo fanno la maggior parte delle persone, ma lo fa chi ha probelmi e vuole eliminarli.

    Se tu hai problemi coi batteri è perchè vibri alla loro frequenza.
    Dovresti ringraziarli per il segnale dato.

    Sapete qual'è la migliore cura per l'uomo?
    Probabilmente la luce solare, pertanto vi invito a fare ricerche su Fabio Marchesi.

    Fate anche ricerche su RIMIRARE IL SOLE.

    RispondiElimina
  36. Fra avvistamenti Ufo e Alieni veri o presunti.. Difficile farsi largo in questa Jungla..

    Comunque sicuramente sotto gli occhi di tutti l'incremento notevolissimo delle segnalazioni in questo periodo di questi fenomeni..

    http://www.segnidalcielo.it/catturato_alieno.html

    RispondiElimina
  37. Ciao ma non hai mai pensato di scrivere un libro?
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  38. Ciao Agostino, bisognerebbe trovare un editore.

    RispondiElimina
  39. �Perch� dunque, vuoi attaccarti alle cose? Lasciati andare. Lascia che la corrente ti porti�.

    Pannikar

    RispondiElimina
  40. Ben detto Zret....per quanto mi riguarda è quello che mi sto sforzando di realizzare...
    ma tu cosa intendi per COSE?
    gli oggetti?li ho lasciati da tanto tempo!...
    i sentimenti?
    le reazioni?
    fammi capire.........
    ciao
    angelotta

    RispondiElimina
  41. L'esatto contrario liberos...prima si ammala il corpo materiale e dopo quello energetico...come te stesso hai detto gente che qui non vede di la si...ma evidentemente non volete essere aiutati...e poi ti ho gia detto che proprio xke i batteri hanno una loro vibrazione diversa ciascuno e diversa da noi che il zapper colpisce solo loro! orecchie sorde fate!
    io le cose ve le ho dette, in 5 minuti vi ho risolto i vostri problemi esistenziali?
    malattie corporee: zapper
    malattie energetiche: qi gong o tai chi, o reiki
    scie chimiche: orgonite e zapper per pulirsi
    armi elettromagnetiche: fogli mylar o orgonite e torna tutto al mittente!
    grigi? smettete di piangervi addosso xke cosi facendo vibrate alla loro energia e vi risucchiano come sanguisughe...ps i grigi sono ciechi! al posto degli occhi hanno radar, se state fermi non vi sentono, fra di loro si riconoscono puntando occhi con gli occhi, voi strappate due bei occhioni neri a uno di loro ve li mettete all'altezza dei loro occhi e camminate indisturbati in mezzo a loro, poi loro sono quelli che vengono anche chiamati rettili, è la stessa cosa, sono fatti di fuoco e temono l'acqua!
    erano questi i problemi su cui vi attorcigliate da anni e non ne uscite...5 minuti e ve li ho risolti...vi saluto, addio per sempre, ciò che avevo da dire l'ho detto ora sta a voi, se continuare a piangervi addosso o iniziare a reagire, vi saluto anche xke kui dentro ci son parecchi demoni infiltrati, le persone che mi interessano hanno i miei contatti, gli altri sono demoni...vero bojs...ahahah ci vediamo tra qualche anno in astronave

    http://digilander.libero.it/
    aliendream/onda.html

    arriva l'ondaaaaaaaa

    RispondiElimina
  42. Per cose, Angelotta, intendo anche gli eventi e le passioni, non solo gli oggetti che hanno scarsissima attrattiva su di noi.

    Mercy, credo che, più o meno, adottiamo già le tue strategie, amche se l'orgonite non mi pare tanto efficace contro le Scille volanti.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  43. P.S. Bojs è un araldo di vera Luce, Mercy. Te lo assicuro.

    RispondiElimina
  44. Carissimo Zret, carissimi tutti..
    Forse c'è da approfondire..

    http://www.freewebs.com/saalm/saalm_index.htm

    RispondiElimina
  45. aggiungo....

    Liberati dall'egocentrismo. Liberati dalla prigione dell'Io.

    Raimon Pannikar

    sono molto lontana...il mio IO suona ancora fortemente....
    notte!
    angelotta

    RispondiElimina
  46. più esatto è...
    "liberarsi" da...

    circa le COSE avevo intuito bene!
    ora però è tutto più chiaro!

    buona settimana
    stammi bene
    angelotta

    RispondiElimina
  47. no zret, lui ti ha mandato in depressione...devi imparare a distinguere le persone che usano le belle parole ma ti fottono da quelle che ti sparano un bel cazzo ma ti amano, addio caro

    RispondiElimina
  48. http://www.freewebs.com/saalm/saalm_index.htm

    mr. r, credo che certe fotografie siano giochetti fatti con photoshop...in ogni caso ci sarebbe da indagare e capire. saluti.

    RispondiElimina
  49. io uso photoshop, ho fatto un corso e non saprei come fare la faccia ringrinzita che ha quello...
    gli occhi si li so fare cosi ma la faccia cosi rugosa... non saprei

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...