02 settembre, 2015

La guerra della propaganda e la propaganda della guerra



Una delle più orribili caratteristiche della guerra è che la propaganda bellica, tutte le vociferazioni, le menzogne, l’odio provengono inevitabilmente da coloro che non combattono. (G. Orwell)

E’ molto istruttivo studiare con quali strategie gli apparati distruggono la pace. E’ palese che la feccia apolide intende trascinare il mondo verso un Terzo conflitto mondiale. Smettiamo di schierarci, di chiederci chi ha torto e chi ha ragione: in guerra hanno tutti torto, chi più chi meno, perché le ostilità sono sempre carneficine di soldati e di civili, mentre i generali se ne stanno al sicuro nei loro comandi, i fomentatori di odio beati nelle loro ville principesche.

Resisteremo alle sirene della propaganda o, come avvenne, ad esempio, nel periodo che precedette la Grande guerra del 1914-18, anche i ceti meno abbienti e gli intellettuali saranno plagiati? I movimenti internazionalisti, pur con qualche eccezione, abdicarono a molti loro princìpi per abbracciare la causa del nazionalismo più feroce, eppure il “nemico” non era costituito dai Tedeschi, dagli Austriaci, dai Francesi, dai Russi, dai Britannici, dagli Italiani etc., poiché il Nemico era ed è lo Stato-Leviatano, meglio la banda sovranazionale di usurai e di plutocrati, indefessa ideatrice e perpetratrice di stragi. Lo stesso sciovinismo fu ed è un espediente per istigare l’astio contro lo “straniero”, poiché i mondialisti non conoscono alcun senso della patria. Così, mentre sui vari fronti gli eserciti si massacravano, i banchieri e gli industriali si arricchivano, prestando denaro e vendendo armi a tutti i belligeranti: questo soprattutto durante la Seconda guerra mondiale.

Anche oggi il proselitismo a favore della xenofobia miete vittime, responsabili in primo luogo i media di regime con la loro subdola, martellante, capillare diffusione di menzogne e di disvalori. Ascoltiamo i discorsi dell’uomo medio-basso: uno vede in Putin e nella Russia una minaccia incombente, addirittura il Demonio; un altro considera gli Stati Uniti d’America l’unico male. Il Vaticano è, a torto, quasi sempre ignorato. Quanti sono in grado di ragionare e di concludere che i cosiddetti potenti sono più o meno tutti uguali? Vorremo forse reputare la Cina un modello da seguire e da esportare? La lotta non è tra Capitalismo statunitense e Socialismo russo-cinese, ma – se di vero antagonismo si tratta e ne dubitiamo... - tra Turbocapitalismo occidentale e Capitalismo di Stato, tra due sistemi molto simili, entrambi odiosi. Questo non significa che non agiscano persone degne nei vari schieramenti, nelle istituzioni di ogni paese, ma che il manicheismo, Buoni contro Cattivi, dove i Buoni ed i Cattivi sono intercambiabili, è proprio sia la premessa sia l’obiettivo della disinformazione militarista. Sono i popoli, tutti, quelli che non hanno subìto un indottrinamento, i nostri alleati; sono, invece, i governi gli avversari. D’altronde le nazioni di ogni latitudine sono avvelenate con la geoingegneria clandestina, mentre il vertice militare ed industriale, la cui azione non conosce frontiere, è in ogni dove l’artefice di questo genocidio.

Dal semplice fante al generale di corpo d’armata è ora di bruciare le divise, di sbarazzarsi delle armi, di mandare a combattere chi orchestra le guerre per rimpinguare i suoi patrimoni e per accrescere un osceno potere. Partano per il fronte i primi ministri ed i loro figli, i presidenti delle “repubbliche”, i parlamentari che votano a favore delle “missioni di pace”, i vescovi che benedicono gli eserciti e le bandiere, gli strozzini, i “politici” bellicisti, i finanzieri senza scrupoli, i “giornalisti” organici agli apparati, gli esteti della guerra bella... Partano per il fronte e ci crepino in massa: risolveremo anche il problema della sovrappopolazione.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati

APOCALISSI ALIENE: il libro

La squola della Gelmini - di Antonio Marcianò - Gemme scolastiche da collezionare

24 commenti:

  1. Un ottimo appello per la pace Zret ma ... se venissimo fomentati all'odio con le onde a bassa frequenza cosa accadrebbe? Per ora ci tengono 'inebetiti' ma le cose potrebbero presto cambiare ... la macchina delle manipolazioni mentali ha tante braccia ed è dovunque, come difendersi? Ci viviamo dentro! Se il Generale Buttiglione del futuro prossimo venturo griderà ' all'attacco! ' chi sarà in grado di resistervi? Le guerre, le fecce transnazionali, sanno bene come alimentarle e dirigerle a loro favore, lo fanno da millenni, ed il popolino procede indomito verso l'abisso del male.
    Guarda come ci hanno ridotti, a chiedere l'elemosina per un tozzo di pane! Siamo ridotti in una condizione di spaesata debolezza, nonostante palestre in ogni dove e jogger all'assalto. Siamo inficiati dentro e non credo che esista qualcuno totalmente lucido ormai. Condivido comunque le tue preoccupazioni ed il tuo appello, partecipato e diretto, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. La strage siciliana della coppia macellata da un ivoriano (se ben ricordo) mi sembra tanto una psy-ops, anche il nome della figlia è un po' sospetto ... che ne pensi?
      http://www.huffingtonpost.it/2015/08/31/omicidio-coniugi-solano-la-rabbia-della-figlia-rosita_n_8063736.html
      L'appello della figlia mi sembra davvero troppo lucido e circostanziato e contemporaneo alle esternazioni di Bergoglio (vescovo di Roma) improntate invece ad una ipocrita necessità di accoglienza. Ciao

      Elimina
    2. ... anche così si fomentano le guerre, no? Spero proprio di sbagliarmi ... ed invece, forse, no.

      Elimina
    3. Abbandonare le armi... uhmm... magari acquisire i bersagli giusti... Poi, dato sfogo alla "pancia", consentitemi una considerazione di "testa": Senza una strategia non si raggiunge nessun obiettivo, senza una utopia non si elabora alcuna strategia.

      Elimina
    4. Rosita o Rosa, insegnante di Rho... mmm...

      RC?

      Elimina
    5. Oggi più che mai, la feccia satanista dispone di strumenti di ogni tipo, anche tecnologici, per manipolare le masse, per dirigerne pensiero ed azione. Che cosa aspettarsi da un'umanità ormai del tutto svuotata, privata di un minimo di dignità? Solo infiniti mali. Il mio è un appello destinato a cadere nel vuoto.

      Quando ho letto il nome Rosita, a volte hanno scritto Rosa, mi è sorto il dubbio che il duplice omicidio possa essere una psy-op. Vediamo se troviamo altri indizi.

      Ciao

      Elimina
    6. Temo sia tardi, troppo tardi, Frank.

      Elimina
  2. Non v'è traccia della maestra di Rho ... a Rho!

    RispondiElimina
  3. QUI DA NOI SE RIMANI COINVOLTO IN UN INCIDENTE STRADALE E SCAPPI,VAI IN GALERA;IN AFRICA,SE FAI UN INCIDENTE E NON SCAPPI TI FANNO LA PELLE.ESPRESSIONE DI UNA MAMMA AFRICANA DI FRONTE AD UN FIGLIO MORTO IN UN INCIDENTE:"DIO CE L'HA DATO,DIO CE L'HA TOLTO !".IO HO VIAGGIATO ED ANCHE ABITATO IN AFRICA ! C'E' GRANDISSIMA DIFFERENZA,E,QUINDI MOLTE COSE DETTE DA ROSA O ROSITA CORRISPONDONO A VISIONI O CONOSCENZE REALI.NON V'E' DUBBIO ALCUNO CHE L'INSERIMENTO DI UNA PICCOLA PERCENTUALE DI AFRICANI NEL TESSUTO OCCIDENTALE NON FAREBBE ALCUN DANNO;MA UN INNESTO DI SIFFATTE PROPOZIONI CREERA' UNO SCONVOLGIMENTO TALE CHE SOLO DEI SOCIOLOGI ILLUMINATI E LUNGIMIRANTI CI POTREBBERO ANTICIPARE.MA PER IL MOMENTO E SOLO PER AVERE DELLE ANTICIPAZIONI BASTEREBBE INTERROGARE LE MAESTRE DELLE SCUOLE PRIMARIE PER COMINCIARE A VEDERE COSA SUCCEDE NELLE CLASSI DOVE L'INNESTO DI ALUNNI PROVENIENTI DA NAZIONI DIVERSE SUPERANO IL 10% DEL NUMERO TOTALE DI ALUNNI.E PER GLI AFRICANI VALE UN DISCORSO A PARTE.INVITO A FARE UNA SEMPLICE RIFLESSIONE.CHI TROVIAMO AD INFASTIDIRCI AI SEMAFORI O AD OGNI PASSO COL CAPPELLO IN RICHIESTA DI ELEMOSINA ?.GLI AFRICANI.SI E' MAI VISTO UN CINESE OFFRIRSI PER PULIRE IL VETRO DI UNA MACCHINA? MAI ! QUANDO SI VA IN AFRICA I BIANCHI CHE LORO CHIAMANO "MUSUNGU" SONO MALVISTI E VENGONO SPESSO AGGREDITI.SE SI VA IN CINA,ED IO CI VADO,SI VIENE TRATTATI CON RISPETTO E DELICATEZZA.
    ANCHE DI QUESTE COSE BISOGNEREBBE TENER CONTO QUANDO SI APRONO LE PORTE DI CASA ALTRO CHE CARITA' CRISTIANA! GLI AFRICANI SE NE STIANO IN AFRICA.GLI OCCIDENTALI HANNO ANCHE DELLE COLPE NEI LORO RIGUARDI;ALLORA MANDIAMOGLI DEI TRATTORI PER LAVORARE LA TERRA E LE SEMENTI PER COLTIVARLA E COSI' FACENDO AIUTIAMO LORO E DIAMO LAVORO AI NOSTRI METALMECCANICI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In due parole: "Piano Kalergi".

      Ciao

      Elimina
    2. Non di immigrazione si tratta ma di deportazione, controllata e pianificata. Ciao

      Elimina
  4. Ottimo articolo Zret. Viviamo in una bella epoca! Per come la vedo, il malessere sociale, l'uniformismo culturale, la teoria gender, il piano Kalergi, le truffe finanziarie.. Convergono tutti verso l'annientamento dell'identità individuale. Ci hanno fatto studiare per progettare e produrre macchine che quasi autonomamente sono in grado di costruire altre macchine. Ora questa cultura umanista, creativa e tecnica non è più necessaria ai disegni del sistema ma rappresenta un potenziale ostacolo. Da qui la manipolazione dell'informazione, le operazioni psicologiche, la programmazione neuro-linguistica di massa. È come se ci cospargessero di benzina: a un certo punto per prendere fuoco basterebbe poco più di una scintilla. Come dice anche Ghigo, a un certo punto il 'colpetto finale' potrebbe arrivare dalle installazioni di riscaldatori ionosferici, o da altre armi elettromagnetiche. Dio solo sa quanto questa guerra sarà mostruosa, ben più micidiale di ció che conosciamo, giacché il progresso tecnologico negli ultimi decenni è stato completamente rivolto agli interessi dell'élite mondialista, e non al bene comune come ci avevano illuso nell'ultimo dopoguerra. Viene il forte e fondato dubbio che tutto questo caos preluderà a un nuovo ordine. Mi rifersco al transumanesimo, un progetto di ingegneria epigenetica su larga scala che porterà all'instaurazione, per i sopravvsuti al caos, di una società gestita e controllata elettronicamente, modificando a distanza la biochimica e il metabolismo di ogni essere umano. In questo modo gli uomini, ridotti una volta per tutte a obbedienti e mansueti automi, diverrebbero perfetti schiavi senza più impeto alcuno di ribellione o dissenso. Senza contare che i potenziamenti nanotecnologici saranno riservati a un'elite, mentre lo schiavo medio diverrà semplicemente più efficiente nelle proprie mansioni, sempre più lontano da se stesso. Stanno spianando la strada a una società di automi, non in senso lato, come oggi, ma nel senso più spietato e letterale. Il tutto sta funzionando così 'bene' da sembrare ancora fantascienza. Stiamo assimilando nanotecnologie da tre o quattro lustri. Si stima che l'ultima generazione cometamente 'bio', cioè non OGM, sia costituita dai bambini nati intorno all'anno 2000. Ora sono al telefono, se trovo un link lo posto. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scenario quanto mai verosimile. Sì, ci avviamo a grandi falcate verso il Brave new world vagheggiato da Huxley. Qualcuno si chiederà: perché non usano automi veri e propri, invece di sfruttare uomini-automi? Ebbene, ha risposto Wlady a questa domanda in un suo recente commento.

      Infine non mi illuderei che la morte sia la risoluzione di tutto, come ci insegna l'antica Gnosi.

      Ciao

      Elimina
    2. Perché non usano automi veri e propri? Perchè l'intelligenza artificiale non esiste. Hanno bisogno della biologia. Il soffio della vita non è riproducibile in laboratorio..
      La morte? La morte è qui che ci osserva, ma non mi pareva di avervi accennato. Per me la morte è come levare il tappo al lavandino: l'acqua va giù per lo scarico, ma prima di mescolarsi all'oceano e tornare a evaporare deve fare un lungo viaggio. Se vuoto un bicchier d'acqua, quell'acqua non sarà mai più raccolta assieme, il che non significa che vada persa. Per come la vedo viviamo una sola volta, anzi due: una col corpo fisico e una col corpo energetico. Questa società pollaio, di fatto, ci ha privati della nostra parte 'magica', cioè la nostra controparte energetica, di cui per lo più non siamo mai consapevoli. E' questo il vero 'cibo' delle egregore: tengono la 'piantina della consapevolezza' potata raso terra, senza darle occasione di crescere, come sarebbe naturale (e come lo è stato per migliaia di anni). Ma come hai scritto anche tu, 'i satanassi non sono mai paghi', e il mio timore è che ci si stia dirigendo verso un nuovo scalino, quanto a controllo e sfruttamento del gregge. Ora come ora mi viene l'immagine di una mungitrice automatica.. collegata in rete.

      https://www.youtube.com/watch?v=n2VIUdklL-U

      Ciao

      Elimina
    3. Si potrebbe sintetizzare nel modo seguente: le greggi e le egregore.

      Tutto si crea dal nulla, niente si distrugge.

      Ciao

      Elimina
  5. Mi fai venire in mente una cosa: vuoi dire che gregge ed egregora derivano entrambe dalla stessa radice latina grex? Sintesi interessante.. soprattutto considerata la 'e' iniziale. Come dire: fuori dal gregge o che sfrutta il gregge, cioè ablativo di moto o di mezzo? Ciao Zret

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla egregore e la sua etimologia:
      http://www.fuocosacro.com/pagine/articoli/eggregore.htm
      Il termine deriverebbe dall'egiziano (guarda un pò!) 'gergu' o 'gerre'=silenzioso. Interessante però l'assonanza con 'gregge'. Ciao

      Elimina
    2. Interessante Ghigo...

      P.S. Vedo che nel tuo blog un troll ha rotto il disco sul post di capitan america :)

      Elimina
    3. Emanuele, l'etimologia dei due termini, per quanto mi consta, è differente, ma ho voluto accostarli in un'icastica paranomasia.

      Ciao

      Elimina
  6. Grazie Zret, era solo una congettura la mia. Una cosa è certa: nessuno mi fa cercare tante parole come te :). Ti devo ringraziare di questo, oltre che per gli stimolanti articoli. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a Te, Emanuele per i significativi commenti.

      Ciao

      Elimina
  7. questo è tutto ciò che si riesce a reperire in rete su Rosita Solaro

    http://rho.netweek.it/notizie/cronaca-nera/rho-la-prima-pagina-addio-a-flavio-bossi-3991103.html

    Rosita Solano, insegnante alla materna di via dei Ronchi (29).

    Questa sarebbe la scuola.
    http://www.rhoterzocircolo.it/wordpress/?page_id=2879

    Ghigo hai informazioni che il nominativo non esiste a Rho?

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...