04 agosto, 2006

Schirmer aveva ragione?

Era il 3 dicembre del 1967, ore 2:30, Ashland, Nebraska, U.S.A. L’agente di polizia, Herbert Schirmer, scorse un oggetto volante a forma di palla ovale, provvisto di un anello esterno a somiglianza del pianeta Saturno. L’oggetto poggiava con tre gambe sul ciglio dell'autostrada (E’ questa la descrizione riportata nel registro dei rapporti redatti dalla polizia).

Ulteriori particolari sull’esperienza furono resi noti sei mesi dopo, durante il trattamento ipnotico condotto da uno specialista, il dottor L. Williams. Sotto ipnosi, Schirmer raccontò che egli era sceso dall’auto per indagare, allorquando esseri umanoidi gli si avvicinarono e lo paralizzarono con un gas verdastro. Gli alieni gli rivelarono che essi provenivano da un’altra galassia: erano approdati sulla Terra per evitare che gli umani distruggessero il pianeta. Infine le creature lo portarono a bordo dell'U.F.O. L'uomo si risvegliò in una stanza non molto grande, provvista di oblò, di schermi simili a monitors e di due sedie dallo schienale triangolare. Il leader degli alieni comunicò all’agente che stavano estraendo elettricità da una linea elettrica vicina… Il contattato, sotto ipnosi, spiegò che quando gli U.F.O. atterrano, emettono un forte campo di forze elettromagnetiche a circolo che funge da difesa. Benché il rapito non avesse compreso come procedessero, i visitatori traevano una specie di energia dall'acqua: ecco perché frequentano i laghi e i fiumi. I loro velivoli erano mossi da un'energia elettromagnetica reversibile che creava un moto senza inerzia e libero dalla forza di gravità. Un rotore affine ad un cristallo al centro dell’ aeromobile era collegato a due larghe colonne. Invertendo l'energia elettrica e magnetica, chiarì l' extraterrestre, essi potevano controllare la materia ed annullare la forza di gravità. Probabilmente il disco era costruito con magnesio puro. All’agente fu anche mostrato un congegno a forma di piatto che poteva essere lanciato dal velivolo più grande. Secondo la descrizione fornita, identica a quella di Adamski, il dispositivo poteva trasmettere immagini audiovisive in tempo reale, Presumibilmente, gli alieni incontrati da Schirmer provenivano da una galassia vicina, ma avevano altre basi nel nostro sistema solare, anche sulla Terra e, più precisamente, ai poli.

Il caso di Schirmer si rivela di grande interesse, alla luce di recenti scoperte nel campo dell’elettromagnetismo: infatti nel 1992, all’università di Tampere, in Finlandia, lo scienziato russo, Eugene Podletnov, riuscì a mettere a punto un piatto superconduttore, fatto di una ceramica speciale e del diametro di circa 27 centimetri. Lo pose poi in un dispositivo di raffreddamento, un criostato, facendo ruotare il disco in un forte campo magnetico. Uno degli scienziati presenti nel laboratorio e che stavano assistendo all’esperimento, si accorse che il fumo della sua pipa non vorticava e non si diffondeva nell’aria, ma saliva in verticale sopra il disco rotante. Podletnov, dopo aver misurato con un barometro, la pressione atmosferica sopra il disco, si avvide che essa era inferiore a qualsiasi altro punto dell’ambiente. Gli scienziati allora compresero che l’oggetto di ceramica respingeva la forza di gravità. Ulteriori sperimentazioni dimostrarono che il congegno superconduttore era veramente il responsabile dell’effetto di schermatura magnetica, perché, perfino ai piani superiori, era rilevabile il decremento della pressione atmosferica.

Come spiegato, Podletnov collocò il disco in un criostato, facendolo girare in un forte campo magnetico. In simili condizioni i superconduttori sviluppano alcune peculiarità: ad alta velocità di rotazione, i materiali superconduttori cominciano a librarsi nel campo magnetico con quei movimenti a foglia morta che ricordano le evoluzioni di molti U.F.O.

Dunque il disco di Podletnov attesta non solo che la forza gravitazionale può essere contrastata, ma che le informazioni fornite da Schirmer sul segreto del sistema propulsivo, di cui sono dotate ipotetiche astronavi aliene, erano sostanzialmente corrette. Schirmer, che non era un fisico ed era a digiuno di conoscenze relative all’elettrodinamica, descrisse, con una buona approssimazione, un apparato di schermatura gravitazionale. Inoltre l’agente fornì tali preziose informazioni sotto ipnosi: è noto che molti studiosi considerano il metodo della regressione ipnotica inaffidabile, perché ritengono che se ne possano desumere per lo più falsi ricordi o esperienze involontariamente trasmesse dall’ipnoterapeuta. Significa che la tecnica dell’ipnosi regressiva può essere, invece, utile e portatrice di dati attendibili?

Tra l’altro, anche se in maniera più generica, indicazioni simili circa l’impianto propulsivo degli U.F.O., erano state divulgate da George Adamski, negli ormai lontani anni ’50 del XX secolo. È palese: non tutte le dichiarazioni di contattisti e testimoni sono fantasie.

Fonti:

AA.VV. Il caso Schirmer, traduzione di M.Donnini
D.Trull, The rise and fall of anti-gravity machine, 1997
T.Good, Base Terra, Milano, 1998

4 commenti:

  1. "...Gli alieni gli rivelarono che essi provenivano da un’altra galassia: erano approdati sulla Terra per evitare che gli umani distruggessero il pianeta...."

    ...cioè che le galline umane distruggessero il loro (degli alieni) pollaio.

    Scusa Zret, non riesco a trattenermi quando mi si presentano tali occasioni ghiotte davanti. Purtroppo in campo alieno sono piuttosto "cattivista" che buonista (cioè peggio che Malanga che è tecnicamente un neutralista) e pur credendo tranquillamente a tutto ciò che uscì dalla ipnosi di quell'uomo non posso credere nella buona buona fede di quei 'lor signor alieni' che se lo pigliarono.

    In simili casi mi chiedo sempre: fu un incidente per cui la schermatura invisibile se ne andò e gli alieni vedendosi tra le palle uno scemo di Patrol Man dovettero escogitare un paio di balle per riempirgli la zucca suggestionabile (e chi non lo sarebber in tali frangenti??!?!?) e poi mollarlo una volta riparata la "cinghia" oppure tutta l'evento è stato una sceneggiata appositamente pianificata in modo da imprimere uno "spin" cioè una "interpretazione", una "opinione" in merito alla questione aliena, che poi inseguito con il tam tam dell'informazione ufologica (ad esempio i "contattisti") si sarebbe sparsa nella società dando del fenomeno 'interferenza aliena' l'immagine che gli stessi alieni vogliono per allontanare ogni sospetto?

    E' strano, ma i contattisti che vengono contattati, vengono sempre messi in guardia dall'inquinamento, e dal pericolo della guerra nucleare, e dai pensieri negativi, insomma da tutto quello che il vostro parroco di fiducia saprà molto meglio mettervi in guardia e senzo lo spavento aggiunto di vedersi un paio di Orange o Sei Dita di tre metri davanti a voi.

    Mai però che sti alieni bboni dicessero una parola chiara in merito a quella che io chiamo l'Industria Aliena delle Abduction (Malanga), salvo ogni tanto qualche vago riferimento a razze "non buone" che interferirebbero negativamente"....
    "Ehm, scusi, signor Sei Dita, potrebbe spiegarsi meglio?..."

    Mumble mumble, mi pare di aver già visto 'sto atteggiamento, vediamo dove....

    Toh, ecco! Ci siamo! Ma non lo vediamo ogni giorno da ogni forma di potere ed organizzazione che ci ingabbia, dalla Chiesa Romana Apostolica al Signor Boy George Bush?
    Che ci mettono sempre in guardia dalle solite cose, e poi, sibillinamente, parlano sempre di altri generici "cattivi" che esistono nell'ombra e di cui non si sa nulla pur sapendo che se volessero loro saprebbero tutto di questi cattivi e soprattutto li potrebbero acchiappare in un baleno. Un nome per tutti: Bin Laden Osama, la 'primula rossa' del Pentagono che gli sfugge da cinque anni in quel di Afghanistan....

    Ma allora sti alieni bboni sono molto monotoni e non introducono per niente nessuna novità nel mondo. Sono allora una creazione della CIA?
    No, perchè vedere le cose sempre da questa angolazione? "Se la CIA si comporta così e gli alieni anche allora gli alieni sono una fantasia della CIA."

    Piuttosto la 'CIA' (nome con cui riassumo il potere in maniera generica) non si comporterà così perchè è lei - indirettamente - ad essere stata creata dagli alieni?
    E tutte le strutture gerarchiche e di ingabbiamento mentale non sono state fatte filtrare nella società per incarcerarla da sette, culti, logge, club misterici, religiosi, esoterici che tuttora tengono il mondo in pugno - vedi guerra in Libano, promossa dal Priorato di Sion della City of Vatican? - a loro volta tenuti in pugno da lor signori alieni?

    Certo, un salto simile di mentalità è veramente difficile da farsi, ma quando piano piano qualcuno comincerà ad aprire gli occhi e vedere questa farsa della storia umana per quello che è, cioè un teatrino appositamente creato ed ingegnerizzato in cui lo spazio per la volontà umana è praticamente sotto zero e il fattore "casualità" è ancora meno presente, allora il fattore "A" come Alieno sarà la spiegazione più naturale che possa esserci.

    Nel frattempo possiamo continuare a trastullarci con giocattoli ideologici che attraverso le sette ci hanno consegnato tra i lobi del cervello, dio, società, scontri tra classi, la volontà, la dialettica, la casualità, la teoria del caos, teorie psicosocioeconomiche, per l'amor del cielo, tutte dicono qualcosa di buono e vero, ma solo in un ristrettissimo campo umano ed appena si cerca di estenderle al di là del piccolo box per bambini dove riescono un poco a funzionare, si rompono immediatamente ed inesorabilmente.

    Idea. Perchè invece tutti questi inutili giocattoli ideologici non li applichiamo invece in un mondo visto come 'Interferenza Aliena'? Forse allora riuscirebbero ad essere veramente utili, soltanto se si smettesse di fare gli schizzinosi e di continuare a pretendersi i soli nell'universo (appunto soli e quindi i più fighi...).

    Ciao Zret!

    Avles.

    RispondiElimina
  2. Ciao Avles, in effetti la strategia sembra proprio la stessa, ma è possibile che la Terra sia la discarica in cui si concentra l'immondizia cosmica? Forse è il cosmo ad essere una discarica, dal momento che esiste (?). In tal caso, non esiste via d'uscita, almeno in questa dimensione. Ciao

    RispondiElimina

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...